Saltar al contenido

Italia sigue cocinando para Ucrania: chef a sostegno delle vittime della guerra

Arrivano da tutta Europa gli líder protagonista di Italia sigue cocinando para Ucraniaplanea dell’agenzia Alessia Rizzetto Relaciones Públicas y Comunicación Il cui ricavato andrà a sostenere il popolo ucraino, duramente colpito dalla guerra.

“Un progetto solidale che non vuole schierarsi politicamente, ma si auspica di aiutare, seppur in minima parte, coloro che subtile questa situazione senza poter manifestare. I bambini, the ultimate person che vorremmo veder soffrere, sono invece i primi a patire le conseguenze di un conflictto generato dagli adulti, il cui ruolo dovrebbe essere quello di tutelare, non certo di colpire i piccoli grandi eroi che ogni giorno già combattono la loro guerra, quella contro il cancro”, afirmó Alessia Rizzettofundador de la agencia de comunicación e ideador de Italia Keeps On Cooking, planeó inicialmente un sostegno de la ristorazione en seguito alle chiusure forzate imposte dalla pandemia.

#italiakeepsoncocinandoparaucraina

Franco Aliberti, Marco Ambrosino, Nello Barbieri, Enrico Bartolini, Fabrizio Borraccino, Daniel Canzian, Lorenzo Cogo, Roberto Conti, Roberto Di Pinto, Riccardo Gaspari, Alfio Ghezzi, Alberto Gipponi, Antonio Guida, Fulvio Marino, Matteo Metullio y Davide De Pra, Vito Mollica, Vasiliki Pierrakea, Niccolò Rizzi, Mirko Ronzoni, Nikita Sergeev, Valerio Serino, Lorenzo Sirabella, Luigi Taglienti, Federico Trobbiani, Claudio Vicina.
Questi sono solo alcuni dei cuochi che indosseranno il grembiule con i colori dell’Ucraina, dando vita a una serie di lezioni di cucina via Zoom: circa un’ora per cucinare insieme ai partecipanti un loro ricetta facilmente replicabile in casa.

Nello Barbieri

A %d blogueros les gusta esto: