Saltar al contenido

Guida d’Italia dell’Espresso: i 16 ristoranti imperdibili (per noi)

«E vero che purtroppo i ristoranti italiani faticano tuttora a generare la giusta attenzione delle Institutioni e vivono in situazioni di oggettiva fragilità, ma sono convinto che in questi ultimi trent’anni abbiamo vissuto non la parábola di una stella cadente bensì la nascita di una nuova cometa Non ci resta che continuare a guardare per vedere e raccontare dov’è diretta". E’ la sintesi dell’edizione 2022 della Guida ai Ristorante d’Italia dell’Espressonelle parole dello storico curatore Enzo Vizzari. Incluye las recensioni di más de 2000 localidades, sparsi per la penisola e le isole ed è una valido Indicatore – al pari della altre guide – sul livello dei migliori. E guardando la lista dei Cappelli che segnalano la qualità del posto si può essere ottimisti sullo stato di forma dei nostri cuochi, no nostante un biennio terribile. I 5 Cappelli sono passati da 13 a 18, i 4 da 29 a 34 ei 3 da 79 a 117. Invariato il numero dei Cappelli d’Oro, sorta di hall of fame (un po’ discutibile), con due uscite sostituite da Casa Perbellini en Verona y Berton en Milán.

I nuovi 5 Cappelli

I più felici sono ovviamente i nuovi 5 Cappelli. Due da calificación a Antonia Klugmann con L’Argine a Vencò (Dolegna del Collio, GO) y Ana Roš di Hiša Franko (Kobarid) che lavora en Eslovenia, país limítrofe y da tempo valorado por la guía. Poi un mito come Carlo Cracco (Cracco in Galleria, Milano) y due giovani che stanno facendo benissimo da anni: Alessandro Dal Degan de La Tana Gourmet (Asiago, BL) y Giuseppe Iannotti del Krèsios (Telese Terme, Benevento). Vale la pena ricordare i 5 Cappelli confermati: Casadona Reale ( Castel di Sangro, AQ), HACER (Cornaredo, MI), catedral (Ragusa Ibla, RG), Mandarin Oriental Seta de Antonio Guida (Milán), Rosa Alpina-St. Huberto (Badia, BZ), Los medios de comunicación (Licata, AG), Argine en Venco (Dolegna del Collio, GO), la rejilla (Rubano, PD), Piscina 84 (Gardone Riviera, BS), Virgen del Pescatore (Senigallia, AN), Osteria Francescana (Módena), Plaza del Duomo (Alba, CN), uliassi (Senigallia, AN), Villa Feltrinelli (Gargnano, BS).

Anche la pizzería

Nella guiado sono oltre 100 le “Pizzería Migliori d’Italia” segnalate e vote con i ‘tranci’ di pizza, da uno a tre. Novità quest’anno la’pizza dorada‘, atribuido a quattro pizzaioli che rappresentano valori di riferimento nel dynamico mondo della pizza italiana: Gabriele Bonci (Pizzarium, di Roma), Enzo Coccia (La Notizia, de Nápoles), simone padado (I Tigli, de San Bonifacio), franco pepe (Pepe en Grani, di Caiazzo). Nella nostra selezione, abbiamo inserito – insieme ai big affermati. que cuochi che sono stati premiati per le ragioni più diversos e che garantizadocono il senso di un viaggio per andarli a trovare. Spesso sono giovani, usciti da grandi scuole (un esempio per tutti, la novità dell’anno è Dalla Gioconda a Gabicce Mare (PU): david difabio è stato per 16 anni sous-chef di Massimo Bottura) e con valid idee. Sono il presenta e il futuro della nostra cucina.

A %d blogueros les gusta esto: