Saltar al contenido

Chef Hiro, una vita tra olio extravergine de oliva e shoyu

Se pensó alla cucina giapponese in Italia ti viene in mente subito lui, Jefe Hirohiko Shodaconosciuto più simplemente ven jefe hiro. È entrato nelle case degli italiani grazie al piccolo schermo – con Ciao, sono Hiro, su Canal Gambero Rossopoi con el debut en Rai a La prueba del cuoco –, e ai libros – el último, Hiro Cartoon Food, è uscito a noviembre de 2021 – . E con il garbo e la compostezza che contraddistinguono i giapponesi ha portato, giorno dopo giorno, la cultura gastronomica nipponica nel nostro Paese.

Ambasciatore della cucina giapponese in Italia Chef Hiro, ora testimonial Suzuki, anche grazie ai social (lo si trova come Chef Hirohiko Shoda en Facebook y come chef_hiro en Instagram) ci ha fatti appassionare alle tecniche della cucina orientale senza dimenticare mai, però, la sua gran pasión por la cocina italiana, lo acompañó al final de su adolescencia.

Dai libri all’esperienza con Alajimo

Dopo gli studi presso lo Instituto Culinario Tsuji, paloma si specializza en cocina italianapaloma colaborado por circa otto anni con el chef Massimiliano Alajmo de Le Calandre di Padova, ristorante tre stelle Michelin, presenta nella classifica dei World’50 Best Restaurant.

“Sono semper stato affascinato dalla cultura e slab bellezze del Mediterraneo, con i suoi prodotti esclusivi, dai gusti e profumi unici al mondo”, spiega Chef Hiro, che a La Cucina Italiana si racconta tra formazione, career e commissioni culinarie Italia-Giappone, prima di lasciarci la ricetta del suo Shabu shabu di calamaro.

A %d blogueros les gusta esto: