Saltar al contenido

Semi nello Spazio: el proyecto de la FAO y el OIEA

I semi saranno sottoposti a un processo di importazione fitosanitariaun requisito estándar para el transporte de material vegetale attraverso i confini nazionali per ridurre al minimo il rischio di introdurre nuovi parassiti, prima dell’arrivo final ai laboratori.

Le radiazioni nei laboratori avvengono in genere in una macchina che utilizza raggi gamma e raggi X, accelerando il processo di variazione genetica spontanea. gli scienziati lavorano per identificare i tratti positivi nei semi irradiati e introdurli nelle generazioni future. In questo modo, le piante si evolvono più rapidamente con qualità desiderabili, tra cui la resistenza alle malattie e la tolleranza alla siccità. La ampia gamma di radiazioni più pesa nello Spazio, se combina con altri estremi como la microgravedad y la temperatura, potrebbero innescare cambiamenti genetici normalmente non riscontrabili con le fonti di radiazioni sulla Terra.

«Questo è il primo studio di fattibilità della FAO e dell’IAEA per determinare l’effetto delle radiazioni cosmiche, della microgravità e delle temperature estreme sur genoma e sula biologia delle piante, al fine di generare una variazione genetica enoughe per un maggiore adattamento al cambio climático” ha dichiarato Shoba Sivasankar, responsable de la sección de genética y selección del piante presso del Centro congiunto FAO/IAEA.

Arabidopsis, un tipo de crescione easy ed economico da coltivare e che produce molti semi, sarà testato per la tolleranza alla siccità, al sale and al calo. Él sorgo, un cereal ricco di sostanze nutritivo che può crescere in terreni arid ed è resistente ai control climatico, sarà testato per individuare i tratti desiderabili per la resiliencia ai cbiamenti climatici. Entrambi i semi saranno coltivati ​​​​fino alla generazione suciva prima della selezione dei tratti e, con l’Arabidopsis che cresce più rapidamente, a seconda di quando deliveranno nei laboratori di Seibersdorf, i primi risultati potrebbero essere disponibili nell’ottobre 2023.

In entrambe le specie coltivate, il DNA sarà stratto e sequenziato, per confrontare i cambiamenti tra i semi irradiati in laboratorio, quell posizionati all’interno della ISS y quelli posizionati all’esterno della ISS, che hanno ricevuto l’esposizione completa a radiazioni cosmiche , microgravedad y temperatura extrema. Questi confronti, insieme all’analisi comparativa della biologia delle piante, aiuteranno a capire se le dure condizioni spaziali hanno une effetto unico e prezioso per il miglioramento delle colture e potrebbero potencialmente portare benefici all’uomo sulla Terra.

el disputa

Il Centro congiunto FAO/IAEA, con sede en Viena, en Austria, da quasi 60 anni acelerará el ricerca en la selección de la planta utilizando la radiación para sviluppare new varietà di cultivo agrícola. Nella storia dell’agricoltura vegetale, la selezione naturale o l’allevamento evolutivo, chiamato anche allevamento per mutazione, sono stati i motori della domesticazione delle culture e della selezione delle piante. Sono responsabili dell’adattamento genetico delle piante ai loro ambienti mutevoli e portano al miglioramento delle colture. Finora, grazie alla variazione genetica indotta dale radiazioni e alla selezione per mutazione, sono state sviluppate oltre 3400 new varietal di più di 210 specie vegetali, tra cui numerose colture alimentari, ornamentali e arboree utilizzate dagli agricoltori di 70 Paesi.

Noticias FAO

A %d blogueros les gusta esto: