Saltar al contenido

La Senigallia secreta de Moreno Cedroni (e della signora Mariella)

Nel 2024 sarà uno espléndido sessantenne. Se come ripeteva Gualtiero Marchesi, i cuochi “non sono altro che dei bambini con nessuna voglia di crescere”, moreno cedronifiglio di senigallia, expresa il pensiero del Divino in modo esemplare. Perché nonostante tutti gli onori e riconoscimenti in carrier – a partie dalla doppia stella Michelin per la Madonnina del Pescatore (ricevuta nel 2006 and mai persa) – e le tante altre attività, vive in un perenne stato di agitazione positivo. Trova (casi) el ritmo solo nel Túnel, il laboratorio a fianco del ristorante dove studia la materia prima – ittica in primis – con apparecchiature al top. In un curioso (ma logico) paradosso a pochi metri, in spiaggia, c’è l’Orto Marítimo da lui sognato e realizzato per avere erbe giuste per i suoi piatti. Niente scienza, “naturalidad” en palabras de Alain Ducasse. È llega al 60% del fabbisogno total della sua cucina: ne è entusiasta come un ragazzino.

Moreno Cedroni nel Tunnel, il sofisticato laboratorio di ricerca a fianco de La Madonnina del Pescatore

Es un Cedroni scienziato-artigiano, un Cedroni mecenas-líder alla casa madre y un Cedroni che secondo noi si esprime in total libertà al Clandestino: una capanna bianca e azzurra che insieme alla moglie Mariella Organi (Una delle signore della sala italiane, con tanto di premi, ma soprattutto dal perenne sorriso) ao Maurizio Fiorini che non c’è più, hanno costruito nel 2000. A maxi-chiringuito sulla bellissima spiaggia di Portonovo. Per quanto bravi, non avrebbero mai immaginato che diventasse un cult: semper informale, vivace, ma che racconta ogni anno una storia diversa. E, ancora, nel centro di Senigallia, así que desvíe ad Aniko – a chiostro moderno – che nella bella stagione regala street food d’autore. Insomma, Moreno non si annoia mai e soprattutto non annoia i fedeli (noi, per primi) come i neofiti che si avvicinano ai tre locali.

Ma questa volta, a Cedroni non abbiamo chiesto lumi sula nuova carta di La Madonnina del Pescatore (eccellente, come sempre) born sul percorso Eros & Susci del Clandestino e neppure sulle ultimate ricerche del Tunnel. Lo abbiamo messo al lavoro per raccontarci dieci luoghi che lui e la signora Mariella amano a Senigallia e dintorni, spesso fuori slab rotte normali e conosciuti solo da chi frequencya la bella cittadina. Venga en una salida repentina para el Adriático.

A %d blogueros les gusta esto: