Saltar al contenido

Torta Paradiso, braseada, offelle y pangialdine: dolce Pavia

Troppo spesso define “città satellite” di Milano, Pavía ha una precisa identità e una lunga storia, anche nella pasticceria. La sua antica università, la tradizione dei collegi e de ella goliardia, il Duomo, il Castello Visconteo e il fiume Ticino che attraversa la città: queste le caratteristicche più famose, ma non tutti sanno anche la pasticceria secca ha una tradizione ultracentenaria. A Pavia si sforna una torta diventata conocida en tutta Italia, e che vanta innumerevoli la tentación di imitazione, e biscotti che sono uno magnífico recuerdo di una gita en città.

Torta Paraíso

Il simbolo indiscusso de ella pasticceria pavese è sicuramente la torta paradiso: una torta friabile con burro, uova, harina, fecola e zucchero. Il negozio dove si conserva la ricetta original è la pasticceria Vigoni che è così conocida da essere uno dei locali storici d’Italia. La famiglia Vigoni nel mil ochocientos setenta y ocho aprì la bottega in Strada Nuova e diede vita a una vera e propria tradizione dolciaria iscritta anche nell’elenco dei prodotti tipici agroalimentari de ella regione Lombardia con la denominazione di Torta del paraíso (o Tùrta Vigon per dirla en dialecto local).
L’altra vera especialidad dolciaria di Pavia sono i biscotti, che si trovano en múltiples ricette nelle migliori pasticcerie de ella città.

imagen del artículoTorta Paradiso: la original vera ricetta di PaviaLeggi l’articolo

soldado

I soldado sono ciambelle che tra fenezca Ottocento e inizio Novecento si infilavano in uno spago per creare collane che le donne vendevano come regalo per i cresimandi: i ragazzini, come pitro polinesiani sulla spiaggia, sfilavano verso la chiesa con le ciambelle al collo. Oggi non lo fa più nessuno, ma la ricetta è rimasta un tradicional local. Gli ingredientei semplici: harina de grano local di tipo cero, zucchero, burro, strutto e acqua; anche se oggi si usa predominantemente il burro. Sono croccanti y non eccessivamente stucchevoli y si servono come postre en abbinamento a vino dolce locale. Il prodotto è disponibile tutto l’anno, ma diventa particularmente richiesto il Lunedì di Pasqua, quando nel paese di Staghiglione ha luogo anche la Sagra del Brasadè. In verità a Broni sostengono di averli inventati papagayo, e la diatriba come semper in Italia continuó aperta…

Paloma compara

Pasticceria Bernini Carla, Schizzola (Borgo Priolo, PV)
Pasticceria Indipendenza, Broni (PV)
AgriPavia Gastrobottega agricola, Pavía y en línea

soldado

Offelle di Parona

Pasqualina ed Elena Colli sono le sorelle che inventarono allá fenezca dell’Ottocento i biscotti più famosi di Pavia: the Offelle di Parona. Biscotti dalla forma ovale di pasta frolla la cui ricetta base prevede harina, burro, zucchero, uova, olio d’oliva and a po’ di lievito; reed se nel tempo ne sono state create delle varianti con cioccolato oppure con aromi d’agrumi. Parona è un paese e le Offelle si trovano en múltiples pasticcerie de ella Lomellina e anche nella gran distribución. Ma le originali si possono assaggiare la prima domenica di ottobre A lo largo de la Sagra delle Offelle allá celebrity Offelleria che gli ha dato i natali.

Paloma compara

Offelleria di Parona, Parona

A %d blogueros les gusta esto: