Saltar al contenido

«Signore e signori, la rivoluzione è servita" | La Cucina Italiana

Identidad Golosa dos mil veintitres. Cocina, pasticceria, mixología y servicio de sala: questi gli ambiti che da anni si indagano e raccontano A lo largo de il Congresso internazionale a Milano, che quest’anno si terrà dal veintiocho al treinta gennaio.

La 18° edizione de ella manifestazione, ideata da Claudio Ceroni y Paolo Marchi e presentata ieri in una conferenza stampa, sarà ricca di novità come promette il titolo “Signore e signori, la rivoluzione è servita«.

Junco La Cucina Italiana era presente en rueda de prensa perché, già da diversi anni, Media Partner dell’evento.

Por ocasión, la sala ovale dell’hub Identità Golose Milano si è riempita di professionisti dell’enogastronomia, dell’hospitalità e de ella comunicazione. Tra i presenti, l’Assessora allo Sviluppo Economico e alle Politiche del Lavoro con delega al Commercio, allá Moda e al Design del Comune di Milano, Alessia Cappelloquattro tra i più celebri cuochi italiani Andrea Apea, Enrico Bartolini, Massimo Bottura mi carlo cracoquest’ultimo autore, insieme a Luca Sacchidel piatto simbolo di quest’anno, “Aguacate, kiwi y coriandolo”.

El rivoluzione toma diferentes formas y noi di La Cucina Italiana daremo il nostro contributo dando voce al mutamento che sta avvenendo da qualche tempo nei ristoranti di tutto il mondo. Lo faremo attraverso le entrevistar che realizzeremo nel nostro stand, paloma chiunque può dividir el proprie esperienze ei proprie pensieri.

tanti gli hospital internacional che animateranno le nuove aree come lo Spazio Arena, un’area exclusiva che richiama nella formó un piccolo anfiteatro, dove si alterneranno attività di assoluto rilievo in un tiempo inclusivo e aperto allá riflessione; tantissime nuove aree tematiche (che affiancano quel più tradizionali) allá presenza di personaggi di spicco del mondo dell’enogastronomiami caña de ella televisión y de ella cultura: quella del dos mil veintitres si appresta a essere un’edizione ricca di sorprese, di curiosità e di nuovi spunti di riflessione e dialogo, puntando a farsi portavoce de ella rivoluzione che sta attraversando, con semper maggiore urgenza, tutto il settore.

Qualche nombre? Alex Atalapatrón primordial de la DOM di San Paolo en Brasile, Alberto Adrià del Misterio de Barna, fe willinger con David Gelb y Brian McGinn, originalmente autor y productor ejecutivo y productor ejecutivo y directivo de Chef’s Table en Netflix, Fatmata Bintafundador de Fulani Kitchen Foundation en Ghana y ganador del Basque Culinary World Prize dos mil veintidos.

A %d blogueros les gusta esto: