Saltar al contenido

Premio Campiello Giovani: finalista en la colina de Conegliano Valdobbiadene

Del 14 de septiembre al 16 de septiembre yo finalista del Premio Campiello Giovani si incontrano sulle Colina de Conegliano Valdobbiadene per trovare nuove occasioni d’ispirazione tra i vigneti eroici del territorio e le attività di vendemmia, da tradurre in emozionanti e appassionanti racconti.

Una tre giorni sulle colline per festeggiare insieme i valori condivisi che da anni stanno alla base della partnership tra il Consorcio de Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG y el De primera calidad Campiello. Un modo per sottolineare l’importanza della promozione della cultura ed evidenziare il legame tra il lavoro dei viticoltori e quello degli scrittori, il saper fare italiano, l’artigianalità e la sapienza.

Él programó per i giovani finalisti Salvatore Lamberti, Lucas mayor Zanón, Niccolò Alessandro Tavian, Anastassija Sofia Tortorici y Alberto Bartolo Varsalona Prevee una tre giorni di immersion nel territorio con l’obiettivo di suggerire ai giovani scrittori stimoli nuovi che loro tradurranno in a racconto original espirato al “gesto eroico della vendemmia”. Per il primo giorno una passeggiata tra le Rive, le colline più impervie del territorio, acompaña a da uno local storico. Il secondo giorno invece, saranno coinvolti nelle attività della vendemmia, momento culminante del lavoro del viticoltore, impegnato tutto l’anno su questi versanti scoscesi. Il terzo giorno è esperaba un tour nei luoghi più sugirió della Denominazione Conegliano Valdobbiadene.

“La Fondazione Il Campiello da 27 anni met al centro i giovani, coniugando il loro amore per la lettura e la scrittura con il sostegno attivo alla promozione del loro talento e del loro lavoro. Campiello Giovani significa mettersi in gioco in prima persona, sottoporre la propria “impresa” al giudizio altrui e siamo felici di poter offerre, grazie alla collaborazione con il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG una nueva ocasión ai nostri giovani per trovare ispirazione dal lavoro , dalla passione e dall’amore per il territorio e la natura vivendo in prima persona l’esperienza della vendemmia”. – ha dichiarato Enrique Carrarópresidente de la Fondazione Il Campiello e di Confindustria Veneto.

El presidente Enrico Carraro y la presidenta Elvira Bortolomiol

MARCO BERGAMASCHI

“La Denominazione Conegliano Valdobbiadene è un territorio che ha ispirato penne molto celebri”, afferma Elvira Bortolomiol, Presidente del Consorzio di Tutela “primo fra tutti Andrea Zanzotto, di cui abbiamo celebrato i cento anni dalla nascita proprio lo scorso anno. Il nostro paesaggio è stato l’impulso per alcune delle sue prose più intese, in cui lo ha inmortalato. Ci entusiasmado l’idea di accogliere sul territorio giovani talenti che possano immergersi nella bellezza delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene Patrimonio Unesco et trane lo stesso slancio creativo”.

Ulteriore occasione è la ricorrenza, quest’anno, dei 60 aniversario de la historia del Consorzio di Tutela que coincide con el 60 aniversario de la fundación del Premio Campiello. Motivo in più per trovare nuove modalità di collaborazione, partendo dall’ispirazione che la bellezza del territorio, sulle Colline di Conegliano Valdobbiadene, oggi patrimonio UNESCO, può offere ai giovani talenti del Premio Campiello Giovani.

A %d blogueros les gusta esto: