Saltar al contenido

la torta salata che vogliono alla festa | La Cucina Italiana

Da amanti a sovrani: Carlo e Camilla sono pronti a diventare Re y Regina Consorte de Inghilterra. Lo saranno oficialmente il prossimo 6 maggio, il “Día de la Coronación”, ei preparativi a Buckingham Palace fervono. Si sta pensando en tutto, nei dettagli, ovviamente anche al menù per festeggiare Durante il pranzo più partecipato e grandioso del Regno Unito: il Gran almuerzo.

Porque el gran almuerzo

Una tradizione, dal 2013, quando la asociación cultural Proyecto edenappoggiata dalla Famiglia Reale, pensò di festeggiare i sessant’anni dall’incoronazione della Regina Elisabetta (avvenuta nel 1953) con una festa popolare: il Big Lunch è un gran banchetto che si allestisce tra strade, giardini e cortili di tutto il Regno Unito in cui ognuno dei sudditi, da allora e per ogni evento important della Corona, partecipa portando qualcosa da mangiare o da bere. Ma, soprattutto da condividere.

La torta salata de Carlo e Camilla

Carlo y Camilla hanno pensato di dare uno spunto proponendo una ricetta perfetta per un’occasione convivial come questa: l’hanno chiamata «Quiché de la Coronación», ed è una torta salata con fave, spinaci e asparagi, decisamente primaverile. L’hanno portata anche a pranzo che si è tenuto all’abbazia di Westminster: a sorta di prova generale che hanno raccontato con tanto di foto e di tweet in cui si sono premurati di «raccomandare» la torta salata per festeggiare dure il weekend della incorporación de loros.

A piatto da condividere

Un modo per avvicinarsi alla gente comune? Which che è certo è che sono andati sul facile: the torta salata è sempre un asso nella manica quando si tratta di pranzi all’aperto. È pratica, buona, è un pasto completo, e poi piace a tutti. Lo espíritu del Big Lunch del restaurante è condividere e conoscere nuove persone. Per facilitare ulteriormente il compito Carlo e Camilla hanno anche persino dato the ricetta della “Coronation quiche” girando un video nelle cucine di Buckingham Palace che sta facendo il giro del web:

¿Volete probar? Ecco la arrozta: