Saltar al contenido

La cucina italiana finalmente es candidata a la UNESCO

Pochi minuti fa il gobernador italiano ha candidato “la cucina italiana tra sostenibilidad y diversidad bioculturalcomo patrimonio inmaterial dell’Unesco. Él ministro de Cultura insieme al Ministerio de Agriculturauniti per la prima volta hanno dato questa notizia straordinaria, una notizia che mi riempie il cuore di emozione e per cui personalmente ho lottato tanto.

Lottato tanto perché credo nella nostra identità, in questo Paese complicato e meraviglioso che è l’Italia. E ora ci proviamo per davvero ad affermare con determinazione l’importancia culinaria del nostro vivere, amato e imitato en toda la pianeta. Chi ci legge e ci segue e cucina con noi, lo sa.

2020dalla piena pandemia, che lavoriamo per questo obiettivo, llega a Parigi con il nostro valore identitario più grande: La cocina. Sederci intorno alla tavola, prepare insieme il pasto, parlare di ricette e metodi, e ancora sublimare gli ingredientei. Che emozione, stiamo andando a Parigi per davvero. Amiche e amici della cucina italiana è ora di festeggiare intorno alla nostra buona tavola.

Ci tengo un ringraziare tantissimo il ministro della Cultura Gennaro Sangiulianoel Ministro de Agricultura Francesco Lollobrigida e il sottosegretario di Stato del Ministero della Cultura Gianmarco Mazzisenza di lui nulla sarebbe stato possibile, e ancora il mitico comitato cientifico della nostra impresa con Massimo Montanari, Laila Tentoni, Paolo Petroni, Giovanna Frosini.
E por ultimi, ma non por ultimi, Muelle Luigi Petrillo e la mia socio en el crimen Silvia Sassonne. y poi Massimo Bottura e tutti i protagonistai della cucina italiana, inclusa la mia redazione.

¡Larga vida a Italia!