Leer mas" /> Leer mas" /> Saltar al contenido

La cotoletta vegana fácil y buona che sorprenderà tutti | La Cucina Italiana

La «prima» cotoletta veganao almeno frutto di un ragionamento serio che va ben oltre il semplice impasto di cet buono per ogni occasione, è appena entrata nel menù del ristorante CotoliAMO del quattro stelle Hilton Milán, a due passi dalla Regione e dal quartiere Isola. Dove il format è cambiato, passando dalla più generica cucina del nord Italia a quella specifica di Milano.

A colpi di risotto con ossobuco (con la carne cremosa ei chicchi al dente spinti il ​​​​giusto dalla scorza di limone della gremolada) e cotolette, appunto. Caña rellena con taleggio y funghi porcini, o con croccante di mais y gratinata con prosciutto y formaggio, ed elencate en un menú aparte: disponible sia a cena che a pranzo – quando l’offerta si semplifica spaziando dal club sandwich all’ossobuco burger , dalla caprese all’insala lombarda con la slinzega di manzo – ora componen anche quella vegana che lo Chef Paolo Ghirardi ha arricchito “di croccantezza, grazie ai semi di zucca, di girasole e di chia. E delle note fresche dei pomodorini e delle olive taggiasche».

Atención, questa è una ricetta sincera, non una pietanza che vuole sembrare altro cercando per esempio di mimare consistenze carnivore: della cotoletta rimangono appunto, in qualche modo, la croccantezza e la forma (per chi si chiedesse come ottenere l’effetto dell’osso , nella foto en alto: si tratta di una striscia di verza). He sapore, ovviamente, è quello della verdura, in un gioco di consisnze che soddisfa. Date le dimensioni importanti, della classica “orecchia di elephante”, si consiglia di non ordinare altro, al massimo un’insalata mista. Con la soddisfazione di aver consumato un pasto povero di grassi, ricco di fiber e vitamin, insomma sano. Frittura aparte.

Cotoletta vegana del chef Paolo Ghirardi

Ingredientes por 8 personas

  • Verza: 16 foglie crecido (alrededor de 2 kg)
  • cavolo nero: gr 300
  • harina dice esto: gr 250
  • aceite virgen extra: gr 15
  • agua: g 750
  • prezzemolo: gr 5
  • harina de arroz: gr 250
  • amido de maíz: gr 150
  • semi di zucca: gr 100
  • semi di chía: gr 30
  • semi di girasole: gr 100
  • pan grattato: gr 400
  • harina de maíz: gr 400
  • panko: gr 300
  • pomodorini daterini: gr 450
  • taggiasche de aceitunas marinadas en aceite: gr 150
  • basilisco: gr 20
  • olio semi di girasole por heladera: lt 2
  • hierba vegetal: gr 300
  • sucio maldon: gr 25

Procedimiento

  • Sbollentare le foglie di verza e di cavolo nero, prepare una polentina con harina di ceci, acqua, olio extravergine, sale a pepe.
  • Stendere le foglie di verza e cavolo, spalmarvi la polentina di ceci e formare una cotoletta.
  • Preparar una tempura con harina di riso, amido di corn y acqua frizzante.
  • Passare la cotolette y poi tuffarle nel panel mischiato con farina di corn, semi di zucca tritati; semi di girasole; chía y panko.
  • Cocinar la cotolette en aceite caldo e grasso vegetale.
  • Asciugare dopo la cottura e rifinire con i pomodorini marinati con le olive e il basilico, qualche granello di fior di sale di Maldon.
  • Servir con patatas arrosto y patatas chips viola.