Saltar al contenido

I dolci napoletani più buoni: dal babà alle zeppole

I dolci napoletani sono una delle Meraviglie gastronómico de Italia più amate al mondo, an insieme di ricette che raccontano una delle città portuali most importanti e rica di storia. Napoli è un enorme, per certi versi ancora inesplorata, millefoglie antropologica dove ogni quartiere è un viaggio nel viaggio e ogni vicolo una finestra aperta sull’animo umano.

El arte de la pasticceria napoletana

Parlare di Napoli senza fare un cenno alla sua pasticceria è imposible, essendo parte integral de la tradición gastronómica y culturali da secoli. Come accade in molte altre città italiane, la storia di Napoli si intreccia con quella di molte culture e popoli, che negli anni hanno gobernato e vissuto il luogo. Assieme ai reperti archeologici, i popoli che nella storia sono passati da Napoli hanno Tramandato i propri saperi gastronomicitra cui anche i dolci.

También il resto della Campania gode di un’ottima fama di dolci golosi: basta pensare alla torta caprese di Capri e alle delizie al limone di Amalfi. Napoli representa toda la perfección una región fitta di biodiversidaddai paesaggi agli ingredientei e alle tradizioni legate a ogni luogo.

Quali sono i dolci tipici napoletani?

In ordine di fama, andiamo a scoprire il bebéconsiderato da molti il ​​dolce símbolo de Nápoles e dell’intera regione. Il dolce al rum pasa por una slow e lunga lievitazione in uno stampo a forma di cono, per poi essere cotto (il momento in cui asume la forma tipica a fungo). Viene poi fatto asciugare per far sì che perda la maggior parte dell’umidità e poi parzialmente immerso in liquidi caldi, dal rum al limoncello or in un semplice sciroppo di zucchero. Llegó a Nápoles por via di pasticcieri francesianche se le sue vere origini sono in Polonia.

Il pasticcino più consumato a Napoli per la colazione – la sfogliatella – esiste in due versioni: riccia e frolla. Il dolce ripieno di crema, a forma di coda di aragosta nasce nel 18° secolo en un monasterio de Salerno. Come molti piatti che hanno poi fatto la storia, la sfogliatella nasce por caso, dal desiderio di non buttare via degli avanzi. Da repentinamente apprezzato dagli abitanti della zona, venne battezzato “Santarosa”, la santa a cui è dedicato il convento Salernitano. La ricetta è rimasta segreta per un centinaio di anni, finché un pasticciere napoletano ne entrò in ownso e portò il dolce nel capoluogo, introduciendo la variante ricciaencima de la pasta sfoglia.

De lo contrario, imo del período Pasquale, el pastiera napoletana è una torta a base di ricotta e pasta frolla la cui storia è circumdata da leyenda. Le legend delle sirene, delle tradizioni cristiane e dei racconti dei marinai hanno tutte un elemento in comune: la rinascita. Grazie a questo simbolo, la pastiera diventa presto il dolce associato al periodo Pasquale, tradizionalmente confezionato losa da nei giorni prima della domenica di Pasqua. Oggi si trova tutto l’anno in ogni pasticceria napoletana, e prepararla a casa è semplice e richiede pochi ingredientei.

Nuestros 10 arroces de dolci napoletani

A %d blogueros les gusta esto: