Saltar al contenido

Gnocchi alla sorrentina, come mai li con mangiati

El aria sognante della nota canzone Torna a Surriento di Ernesto De Curtis interpretada en giro nel mondo la fama della Costiera Sorrentina, situata tra il golfo di Napoli e il golfo di Salerno, ricca di zone famous per le loro bellezze storiche e naturali, per non parlare della cucina tradizionale con piatti amati in tutto il mondo come gli ñoquis a la sorrentina.

Luogo ideale se zambulló para un soggiorno piacevole, un glamuroso aperitivo o un gourmet, elHotel Mediterráneo en Sant’Agnello è #theplacetobe. Ideato come una gran casa dove trascorrere una vacanza senza pensieri, ha di recente ottenuto la quinta stella proiettando la struttura ricettiva nell’Olimpo delle migliori mete vacanziere europee, molto apprezzata dai turisti stranieri. Chissà come sarebbe stata satisfecho el fundador original del Hotel Mediterraneo nonna Etta, ovvero Antonietta Lauro, sorella dell’armatore Achille, e nonna dei fratelli Sergio y Alessandra Maresca, che insieme ai cugini Pietro y Francesco Monti oggi portano antes de la attività. In una serena conduzione famigliare, qui si può vivere e sognare in total relax – ma soprattutto godere della cucina tradizionale rivisitata dall’executive chef Giuseppe Saccone.

Al cospetto del Vesuvio, gli gnocchi alla sorrentina

Leyenda narra che gli ñoquis a la sorrentina nacquero proprio a Sorrento Grazie alla curiosità di un cuoco di taverna in piazza Torquato Tasso, che si esercitò come sperimentatore con acqua, harina e patate, quando quest’ultime nel XVII secolo llegerono in Italia. Impiegare basilico, fiordilatte y pomodoro as condimento è stato praticamente un processo naturale, senza poi dimenticare il parmigiano. Una ricetta tradizionale molto amata in all the regioni, simple e delicata da fare quanto un buon piatto di spaghetti al sugo.

Serviti nel classico contenidore di coccio, chiamato pignatiello, gli ñoquis a la sorrentina sono una gran golosità piacevole per grandi e piccini. Dalla cremosità degli gnocchi misti al sugo leggero alla forchettata “che fila”, sono un piatto eccellente che racconta la nostra storia. Così genuini, li potete gustare come ospiti all’Salón de la piscina acuática dell’Hotel Mediterraneo, un spazio elegante y confortable a bordo de la piscina, dove rilassarsi dopo una nuotata o un bagno di sole.

Se invece salite al Restaurante panorámico Vesuvio, la experiencia gastronómica sobresale en proporción. Quién, el chef ejecutivo Giuseppe Saccone si lascia andare alla ricerca supportata dalla tecnica imparata negli anni al fianco di grandi chef come marquesi Oh crippa. Great ossessione per l’esaltazione delle eccellenze campane che sprigionano i loro sapori autentici attraverso ricette tradizionali interpretate in chiave moderna. Caña que, come in tutta la struttura, l’offerta gastronomica privilegia l’utilizzo di producto local DOPcómo él Provolone de Mónaco y elaceite extra virgen de Vico Equenseporque come tanti i prodotti fatti in casa, dal pane alla pasta fresca.

A %d blogueros les gusta esto: