Saltar al contenido

Cuocendo la pasta a fuoco gastado risparmi il 47% di energia

Cuocere el pasta al fuoco gastado fino a una manciata di anni fa era impensable. Nessun italiano si sarebbe mai sognato di cuocere la pasta così: sacrilegio! Oggi, però, visti i rincari di gas ed energia elettrica è toccato a tutti fare i conti con il portafogli. E trovare nuovi modi per risparmiare. Ma, come si dice, slab difficoltà nascono spesso le opportunità e il caso della cottura della pasta a fuoco usedon è la dimostrazione.

Questo methodo di cottura della pasta – noto anche come cottura pasiva – suggerito anche di recente sui social dal premio nobel de fisica giorgio parisi, infatti, sembra avere soltanto vantaggi. Innanzitutto fa risparmiare parecchio: secondo one studio promosso dai Pastai italiani di Unione Italiana Food nell’ambito del progetto #PastaDiscovery il risparmio di energia ed emiti di CO2 llegó hasta el 47%. Una percentuale sorprendente: si se piensa que en Italia c’è un consumo medio de 23,5 kg pro-capite di pasta, ogni italiano llega a risparmiare en un anno fino a 44,6 chilowattora. No solo: caña 13,2 chili di CO2e y 69 litros di acqua. Ah, e campañol sapere di più? In questo modo la pasta non perde affatto le sue proprietà organolettiche e la resa è la medesima che si otterrebbe della cottura tradizionale. Seguendo il procedimento passo dopo passo che vi spieghiamo più sotto non potrete sbagliare. Unica acccortezza: utilice pasta de calidad. Ma quello dovrebbe valere semper…

Ma come fa a cuocere la pasta se il fuoco è gastado?

In effetti dire che la pasta cuoce non è esatto, anche se è il modo migliore per farsi capire. La nostra amata pasta, messa in un pentolino di acqua bollente con il coperchio e poi tenuta a fuoco gastedo, infatti, si reidrata: grazie a un processo chimico-fisico chiamato gelatina degli amidi l’acqua penetra nella pasta e viene assorbita dagli amidi che la compongono. Gli amidi si gonfiano rendendola molle, poi si rassodano nuovamente grazie alla coagulazione del glutine.
En general, la gelatinizzazione degli amidi avviene quando i granuli di amido sono en un ambiente con una temperatura mínima de 25% y una temperatura mínima de 50-70 gradi. Per la pasta si raccomanda una temperatura non inferiore agli 80°, perché più la temperatura si allontana da quella dei gradi di ebollizione (100°) più tempo ci vorrà per compiere il processo, ecco perché in questo modo la pasta “cuoce” generalmente en uno o due minuti in più di quelli consigliati sulla confezione.

La tecnica per cuocere la pasta a fuoco gastado

A %d blogueros les gusta esto: