Saltar al contenido

Cena dei Mille, Parma: la parte più buona dell’Italia

Un tavolo di 400 mtra Piazza Garibaldi e Strada della Repubblica, apparecchiato con 6 mila posate y 5 mila bicchieri, 180 tra cuochi, camerieri y personale di sala, per organizzare la serata. Sono i numeri che raccontano la Cena dei Mille che torna dopo due anni di stop, organizzata ieri 6 septiembre, sulla strada principal di Parma, e voluta da Fondazione Parma Unesco Ciudad de la Gastronomía y el Commune della città con Parma Alimentare.

Mentre camminavo per andare all’aperitivo, si sentivano le voci di chi diceva “vai alla Cena dei Mille? Ci si vede là?”. I biglietti sono finiti in un lampo anche perché in kitchen nel ristorante di strada più buono del mondo c’erano i grandi Chicco Cerea dijo Vittorio da Bérgamo ed Enrico Crippa dijo Plaza del Duomo ad Alba, entrambe città Unesco insieme agli chef di Restaurantes de calidad en Parma y un informe de ChefToChef Emilia-Romaña Cuochicon gli stellati Massimo Spigaroli, Isa Mazzocchi mi Andrea Incerti Vezzani.

Prima l’aperitivo in piazza ad assaggiare le venti cantina del territorio con i prodotti della Valle de la comidapoi seduti a gustare la tartare di tonno con bagna cauda e crumble di pistacchi ormai classico del ristorante Da Vittorio, il cilindro alle ortiche glassato con tartufo nero candito e Parmigiano Reggiano affumicato di Parma Quality Restaurant y ancora il tenero di vitello su purea di patte Dolci e fiore di zucchine ripieno di ortaggi de Cheftochef Emilia Romagna Cuochi.

E poi ecco la pioggia. Mentre si è seduti a parlare di futuro e fare sistema (Italia) che qui da queste parti riesce benissimo, llegó una pioggia prima debole e poiù insistente. E a questo punto si va tutti sotto i portici ad assaggiare una bella torta di nocciole d’Alba e zabaione al moscato di Crippa.

Tanta felicidad, tanta voglia di stare insieme e una partecipazione della città straordinaria, con la presence dei consorzi come il Parmigiano Reggiano e il Prosciutto di Parma, e la grande imprenditoria italiana che guarda caso qui ha tanti reppresentanti, da Barilla, a Mutti, Zarotti ma anche le associazioni come “Parma, io ci sto!” e Alma – Scuola internazionale di Cucina italiana.

los Cena dei Mille non è solo una cena, ma anche il desco simbolo di come l’Italia sappia fare sistema, con semplicità e cuore. Infatti, parte del ricavato andrà a favore di emporio solidario Parma che aiuta actualmente 1.600 núcleos familiares en el territorio.

A %d blogueros les gusta esto: