Saltar al contenido

Atención a girovita: i consigli del ricercatore AIRC

Solo nel nostro Paese lo scorso anno sono stati diagnosticati circa 377 mila nuovi casi e ci sono stati primero de 181 mila morti di tumori. Director de la fundación AIRC, busca sus esfuerzos para promocionar la campaña dedicada al 5×1000 “La forza del cambiamento”. Ma proprio grazie all’impegno costante del mondo della Ricerca il nostro Paese si attesta ai vertici in Europa per numero di guarigioni.

Secondo le stime ben 3.6 milioni di cittadini hanno superato un diagnostic di cancro, con un incremento del 36 per cento circa rispetto a un decennio fa anche grazie ai passi fatti avanti dagli studi. Solo lo scorso anno grazie alla firma led 5×1000 della dichiarazione dei redditi da parte dei cittadini la Fondazione AIRC ha potuto investre in progetti di ricerca ben 70 milioni di euro.

“Gli studi più recenti sul cancro si sono concentrati molto sul rapporto tra metabolismo e tumore” spiega antonio moschettaprofessore ordinario di Medicina interna all’Università Aldo Moro di Bari e ricercatore AIRC go prostata, dipende molto dallo stato dismetabolico del soggetto" spiega il ricercatore, che qui suggerisce quali sono le dritte da seguire per ridurre i rischi.

Atención a girovita

Nella lotta ai tumori il grasa visceral rebota un ruolo chiave. “Un soggetto che ha una girovita mayor de 100 centímetros e che presenta intorno alla pancia tessuto adiposo non ha solo un maggiore rischio di ammalarsi, ma reed una ridotta capacità di cura qualora pit colpito da cancro" spiega il professore Antonio Moschetta.

Si sono avanzate diversas ipotesi sulle ragioni. “La prima è che avere grasso addominale favorce l’infiammazione sistemica, che rilascia delle molecole che lo rendono più stabile e quindi, resistente alle terapie”. Un’altra ipotesi avanzata è legata alla produzione di determinati ormoni. «Il grasso addominale spinge l’organismo a sintetizzare ormoni che rendono la malattia più aggressiva". E infine si è ipotizzato che potesse dipendere dal microambiente. “Intorno al cáncer ci sono cell che trasportano nel tumore materiale genetico, rendendolo più feroce”.

No rinunciar al gusto

“Gli studi che sono stati condotti negli ultimi anni ci dicono che lo stato di salute della persona riveste un ruolo chiave. Una donna obesa con tumore alla mammella rischia ad esempio di avere una mortalidad del 30 por ciento più elevata rispetto a una donna con lo stesso tipo di tumore che si trova in salute” spiega il professore Antonio Moschetta.

A %d blogueros les gusta esto: